My Mizra Blog


2 commenti

Bye bye Polo Nord?

North Pole? by heartvoyager

Secondo un articolo di National Geographic quest’anno esiste la possibilità che il Polo Nord resti senza ghiaccio 😉

In un precedente articolo si era già profilata l’ipotesi di un’estate artica senza ghiaccio al Polo tra il 2013-2030 ma sembra che le condizioni climatiche siano tali da fornire una probabilità superiore al 50% affinchè questo evento unico nella storia umana si verifichi alla fine di settembre.

Voi che ne dite? Questo autunno potremo raggiungere il Polo Nord con una barchetta oppure dovremo aspettare ancora qualche anno?

Annunci


3 commenti

Spam quota 100!

Festeggio l’arrivo del 100° messaggio di spam giunto sul blog 😉

La rete è infestata dalla spazzatura che finisce nelle nostre mailbox e nei nostri blog. Per fortuna su WordPress si può utilizzare Akismet, un filtro spam automatizzato. Non è l’unico presente ma è il più diffuso e la mia nota pigrizia mi ha indotto a prendere la strada più comoda 🙂

In futuro potrei pensare di cambiare soluzione anti-spam ma per ora Akismet fa il suo dovere nonostante negli ultimi giorni abbia registrato un’impennata senza precendenti dello spam tra i commenti!


Lascia un commento

Multa i ciccioni!

In Giappone la lotta all’obesità ha una nuova arma: le multe! Una nuova legge impone un limite al girovita di 85 cm per gli uomini e 90 cm per le donne. A chi eccede la soglia e non rientra nei limiti entro 3 mesi saranno fornite indicazioni alimentari e, se dopo 6 mesi non avrà perso peso, sarà indirizzato a “ulteriore rieducazione”… e conoscendo la maniacalità nipponica non oso immaginare in cosa consisterà.

Ma la vera leva saranno le multe! Le grandi aziende giapponesi dovranno controllare il girovita dei loro dipendenti e dovranno farli rientrare nei parametri di legge (almeno 10 % entro il 2012 ed il 25% entro il 2015). Se le aziende non raggiungeranno tali obiettivi verranno multate! NEC, il più grosso produttore giapponese di PC, ha fatto sapere che se incorressero nelle sanzioni dovrebbero pagare 19 milioni di dollari 😉

I più spaventati da questo provvedimento sono…. gli statunitensi 🙂 Se negli USA scoppiasse una lotta al grasso come quella al fumo e si decidesse di adottare il metodo giapponese sarebbero cazzi acidi per l’americano generico medio! I dati relativi al 2005 mostrano che il girovita MEDIO degli americani è 37 pollici (94 cm) per gli uomini e 35 pollici (89 cm)… e tra chi è sopra la media si nasconde un’autentica marea di ciccioni!


2 commenti

Nuke them all!

Ricordate le promesse elettorali del PdL sul ritorno al nucleare? Sembra che in campagna elettorale sia “trendy” puntare sulle centrali nucleari.

Prova ne è una delle ultime affermazioni di John McCain, il candidato repubblicano alla presidenza degli USA, che ha fissato l’obiettivo di costruire 45 nuovi reattori nucleari entro il 2030. L’anziano veterano aveva già proposto di trivellare ogni posto possibile sbattendosene di parchi naturali, vincoli ambientali ed ecosistemi vari… un punto in comune con l’attuale presidente, George W. Bush.

Dal punto di vista dell’americano generico medio il prezzo della benzina è alle stelle ed una proposta che aumenti la disponibilità di petrolio è un’esca troppo ghiotta per non farlo abboccare. Ora un bel piano ventennale di costruzione di reattori, magari finanziati per una buona fetta con fondi statali, è un’altro ghiotto boccone per gli imprenditori statunitensi.

Non so come farà Obama a rilanciare contro simili puntate… la vedo grigia per Obama, Al Gore, democratici, etc.!

Mi sorge un dubbio: se Stati Uniti, Cina, India e compagnia bella punteranno in massa sul nucleare quali saranno le ripercussioni sul prezzo e le riserve di uranio?


2 commenti

Arrestateci tutti!

Come già detto dal buon Loris l’attuale Presidente del Consiglio sta sistemando i suoi affari personali demolendo un sistema giudiziario già in affanno ed imbavagliando i pochi giornalisti che si prendono la briga di informare i cittadini delle “marachelle” di chi si crede intoccabile e/o al di sopra della legge.

Per principi fondamentali della democrazia come uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, diritto d’espressione e diritto all’informazione sta suonando il requiem sulle note degli ultimi provvedimenti di questo governo.

Se continuasse il tremendo andazzo che ha preso la democrazia in Italia presto saremo costretti a leggere giornali tedeschi, francesi ed inglesi per sapere cosa succede nel nostro paese.

Per questo ho deciso di aderire a Arrestateci tutti. Disobbedire per informare per dare il mio piccolo sostegno a chi intende opporsi civilmente all’ulteriore degrado della nostra fragile democrazia.

***********

Rilancio l’appello di Marco Travaglio:

Annuncio fin d’ora che continuerò a informare i lettori senza tacere nulla di quel che so. Continuerò a pubblicare, anche testualmente, per riassunto, nel contenuto o come mi gira, atti d’indagine e intercettazioni che riuscirò a procurarmi, come ritengo giusto e doveroso al servizio dei cittadini. Farò disobbedienza civile a questa legge illiberale e liberticida. A costo di finire in galera, di pagare multe, di essere licenziato.

Al primo processo che subirò, chiederò al giudice di eccepire dinanzi alla Consulta e alla Corte europea la illegittimità della nuova legge rispetto all’articolo 21 della Costituzione e all’articolo 10 della Convenzione europea sui diritti dell’uomo e le libertà fondamentali (“Ogni persona ha diritto alla libertà d’espressione. Tale diritto include la libertà d’opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche…”, con possibili restrizioni solo in caso di notizie“riservate” o dannose per la sicurezza e la reputazione).

Mi auguro che altri colleghi si autodenuncino preventivamente insieme a me e che la Federazione della Stampa, l’Unione Cronisti, l’associazione Articolo21, oltre ai lettori, ci sostengano in questa battaglia di libertà. Disobbedienti per informare. Arrestateci tutti.

Marco Travaglio


Lascia un commento

Passaparola

Ho appena finito di assistere alla diretta di Marco Travaglio sul blog “Voglio Scendere”. Ogni lunedì alle 14 è possibile ascoltare il giornalista in streaming (la banda larga è indispensabile) che commenta vari argomenti. Questa volta si è occupato del decreto “anti-intercettazioni”… sentire quali saranno gli effetti sulle indagini e sulla possibiltà che avranno i comuni cittadini di essere informati fa rabbrividire.

A breve sarà disponibile il video per il download, ne consiglio a tutti la visione. Nel frattempo potete scaricare i video delle puntate precedenti: