My Mizra Blog


Lascia un commento

Topo da birreria

Questo è un Ptilocerco dalla coda piumata (Ptilocercus lowii), carino vero? 🙂

Ma la cosa che lo rende straordinario non è il suo aspetto fumettoso ma l’incredibile capacità di tracannare alcool senza effetti apparenti 😉 Nutrendosi per due ore al giorno di nettare fermentato (circa 3,8% di alcool) e fatte le debite propozioni questo simpatico roditore beve l’equivalente umano di 9 bicchieri di birra.

Prima di incontrare questo piccolo etilista peloso gli scienziati credevano che solo i primati avessero la capacità di metabolizzare l’alcool. Il metabolismo del topastro è non solo in grado di metabolizzarlo ma ci riesce anche meglio di noi umani assidui consumatori di alcool 😉

La buona notizia è che la bestiaccia vive in Malesia, Indonesia e Thailandia quindi non c’è pericolo che colonizzi la Baviera mettendo a rischio l’OktoberFest 🙂

Annunci


2 commenti

180 milioni di licenze vendute, il successo di Vista!

Sottotitolo: come riuscire a raccontare un balla galattica dicendo la verità.

Il colosso di Redmond ci ha abituati a stare con gli occhi e le orecchie bene aperti quando ci racconta “i fatti”. Quindi diamo un’occhiatina veloce al “successo” di Vista.

Contrariamente alle sue abitudini MS ha divulgato i volumi di vendita di Vista, forse spinta dalla cattiva pubblicità ;). 180.000.000 licenze di Windows Vista vendute, davvero impressionante! Ma allora tutti gli articoli denigratori di Vista che circolano in rete sono falsi… tutta colpa dei soliti nerd linuxari che spalano gratuitamente fango su MS, di quei fighetti patiti del Mac che snobbano un OS onesto ed innovativo perché vedono minacciato il loro status di “utenti dell’OS più trendy” oppure i soliti utonti che non sanno apprezzare le novità e rimpiangono ancora Commodore 64, Amiga e Windows 3.1!

Oppure… oppure qualcuno sta facendo i conti senza l’oste e, stando alle dichiarazioni di HP, è questo il nostro caso 😉 Vediamo quindi come è possibile conciliare due affermazioni apparentemente contradittorie come “Vista si sta diffondendo più velocemente di XP” e “Gli utenti optano soprattutto per XP”. Cominciamo con HP che vuole vendere un PC, un utente che vuole XP e MS che vuole vendere una licenza di Vista. A partire dal 30 giugno non è più possibile vendere un PC con licenza XP quindi HP, per soddisfare il suo potenziale cliente, vende un PC dotato di licenza Vista ma con XP pre-installato. Con questo simpatico gioco delle tre carte sono tutti contenti: HP ha venduto un PC, l’utente ha XP installato e MS può contare una licenza Vista venduta in più. Purtroppo il trucchetto potrà essere utilizzato solo fino a gennaio 2009 ma HP sta già discutendo con MS per differire la scadenza di questa opzione.

La diffusione di Vista risulta quindi artificialmente gonfiata se ci si affida solo alla vendita delle licenze. Oltre al succitato trucco va tenuto conto di quanti acquistano un portatile od un desktop con Vista effettivamente installato e poi eseguono da soli o con l’aiuto dell’amico smanettone un “upgrade” a Windows XP 🙂 La realtà è che difficilmente si può avere una stima certa dell’uso effettivo di Vista da parte degli utenti. Ma stando alla fretta con cui è stato annunciato Windows 7, il successore di Vista, e l’ammissione di Steve Ballmer, CEO di Microsoft, che Vista è un “work in progress” ho il sospetto che la base di utenti di Vista sia davvero esigua e pronta a passare ad un altro OS appena se ne presentasse l’occasione 🙂

PS: a chi fosse interessato a Windows 7 per ora le notizie non sono incoraggianti. W7 sarà molto più simile a Vista che a XP, adotterà lo stesso kernel ed avrà gli stessi requisiti di sistema di Vista. L’unico elemento positivo è che la legge di Moore farà in modo che il PC generico medio sia in grado di far girare Windows 7 per quando uscirà.


Lascia un commento

Recensione: Il programma dell’universo

Durante l’ultimo viaggio in treno verso la Versilia mi ha tenuto compagnia un libro allegato all’ultimo numero di “Le Scienze”.

“Il programma dell’universo. Il cosmo come uno sconfinato computer” di Seth Lloyd è un libro di divulgazione scientifica che propone un’interpretazione “informatica” dell’universo. L’idea è di considerare l’universo come un immenso computer che elabora informazione seguendo le leggi della fisica, in questo modo l’autore si prefigge di “rivelare qual’è il ruolo fondamentale che l’informazione gioca nell’universo. Capendo come viene elaborata è possibile capire perché l’universo è così complesso”.

Questo libro è perfetto se avete un background informatico e siete curiosi di sapere quali saranno le possibili conseguenze dello sviluppo dei computer quantistici, sia dal punto di vista pratico, sia dal punto di vista scientifico-culturale.


1 Commento

Rotolando verso Sud

Fervono i preparativi per andare in Toscana e raggiungere il mio Topone 🙂

Da oggi cominciano ufficialmente le mie ferie! Questo fine settimana sono giù in Versilia, martedì dovrei rientrare e poi sono a casa per le prossime due settimane 😉

A presto, bye by Tony


4 commenti

Away for a while!

Ecchime! Sono rimasto tagliato fuori da Internet per un paio di giorni causa rogne con Windows.

All’inizio temevo di essermi beccato un virus particolarmente subdolo che riusciva a sgusciar via dagli scan di Avira Antivirus e AVG Antivirus. Ero su punto di formattare tutto quando su un forum ho trovato la spiegazione dello strano comportamento della mia connessione e la soluzione 🙂

Si trattava di un conflitto tra ZoneAlarm, il mio firewall, e l’ultimo aggiornamento della sicurezza di Windows, KB951978. Il problema è documentato sul sito, ho provato un workaroud temporaneo ed ora sto scaricando l’aggiornamento di ZoneAlarm che dovrebbe risolvere il problema 🙂