My Mizra Blog


Lascia un commento

Ultimo dì di Novembre

Oggi finisce Novembre, da domani comincia Dicembre e si procederà a tappe forzate verso Natale&C.

Sempre oggi si conclude ufficialmente la stagione degli uragani che quest’anno segna una serie di record:

  • seconda stagione più distruttiva (54 miliardi di dollari di danni) seconda solo alla stagione 2005, quando Katrina devastò New Orleans;
  • quarta stagione più attiva per numero di tempeste ed uragani maggiori;
  • prima stagione a produrre un uragano maggiore (cat. 3+) in 5 mesi successivi, da Luglio a Novembre;

Tutto questo, e molto altro che vi risparmio, senza il contributo di fenomeni come El Niño o La Niña che quest’anno non sono attivi 😉

Dobbiamo aspettarci qualche altra fantasmagorica stagione degli uragani nei prossimi 4-5 anni? Ma certo! Stiamo assistendo ai primi effetti macroscopici del cambiamento climatico… e questi non sono nemmeno quelli più tremendi e temuti dagli esperti.

Annunci


3 commenti

Nonostante…

… le sparate sensazionalistiche del nostro “amatissimo” Presidente del Consiglio che promette l’innalzamento della vita media a 120 anni qualcosa si sta veramente muovendo nel campo della ricerca.

Un recente articolo mostra gli sviluppi di una scoperta fatta alcuni anni fa ovvero estendere la durata della vita di un organismo manipolando i geni che regolano l’espressione di alcune proteine chiamate sirtuine. Il meccanismo era stato scoperto negli organismi unicellulari e applicato con successo ai lieviti ma quello che ha colpito i ricercatori è che un simile meccanismo esiste anche negli organismi pluricellulari, mammiferi compresi. Le prove sono state condotte su topi di laboratorio ottenendo incrementi della vita media che vanno dal 24 al 46 per cento, sia incrementando le copie dei geni che producono le sirtuine sia nutrendoli con un attivatore della sirtuina, il resveratrolo.

Se il nome “resveratrolo” non vi giunge nuovo è perché viene citato spesso quando si parla degli effetti benefici del vino rosso. L’uva rossa e vino rosso sono alcuni degli alimenti più ricchi di resveratrolo anche se le concentrazioni sono così modeste da non giustificarne l’assunzione massiccio… quindi mettete giù immediatamente quel fiasco di vino!

Mettiamo bene in chiaro una cosa: una “cura” per l’invecchiamento è molto lontana dalla realtà, non fidatevi di chi vuole propinarvi pillole e creme miracolose o vi ammalia con bei discorsi sul vivere fino a 120 anni. Ma la ricerca nel campo dell’invecchiamento ed i suoi effetti è molto attiva, specie pensando ai possibili ritorni economici di un farmaco che può “allungare” la vita media del 5-10%, quindi tra una ventina d’anni si potrebbe parlare seriamente di un “elisir di lunga vita”.

Nel frattempo, se proprio ci tenete a restare il più a lungo possibile su questo mondo, seguite i soliti, vecchi, citati e stracitati consigli ovvero:

  • mangiare con moderazione;
  • privilegiare verdura, frutta e pesce;
  • fare attività fisica moderata ma con costanza;
  • evitare fattori di rischio per tumore e problemi cardiocircolatori (fumo, abuso di alcol, grassi saturi, eccesso di sale nell’alimentazione, etc.)

Ok, più facile a dirsi che a farsi, infatti faccio una fatica bestiale a seguire uno stile di vita salutare… non riuscendoci 😉

Nell’attesa che l’elisir di lunga vita sia pronto speriamo che chi promette la vita media a 120 anni ottenga uno dei requisiti per diventare santo… no, non fare un miracolo, quell’altro requisito! 😉


2 commenti

Il nuovo presidente USA

Stamattina la notizia del giorno è stata la neo-elezione di Barack Obama. Se non avete vissuto in una grotta negli ultimi due mesi sapete tutto di lui, ne hanno parlato e sparlato in tutte le salse.

Ora non ci resta che vedere cosa farà. L’eredità lasciata da Bush è pesante come un macigno, in politica estera dovrà ricucire gli strappi diplomatici causati da 8 anni di unilateralismo USA oltre ai fronti di guerra iracheno e afghano, in politica interna dovrà destreggiarsi con un debito pubblico schizzato alle stelle sia per i costi bellici sia per i salvataggi delle società finanziarie crollate in borsa. L’ultimo punto definisce bene quanto ristretti saranno gli spazi di manovra dell’amministrazione Obama. Tutti i progetti di cambiamento/rinnovamento come sanità pubblica, rispetto del protocollo di Kyoto, sostegno a lavoratori e famiglie in difficoltà, ricerca, etc. sono a rischio perché hanno bisogno di soldi già spesi da Giorgino per giocare ai soldatini in giro per il mondo o a Monopoli in casa propria 😉

Sarebbe il caso di fare un bilancio dell’amministrazione Bush, mancano circa due mesi alla fine del secondo mandato di Giorgino (Obama si insedierà il 20 gennaio 2009), sono curioso di vedere quali altre perle ci riserverà!