My Mizra Blog


Lascia un commento

Libri e cultura: beni di lusso

Alla fine la famigerata legge Levi entra in vigore e da mezzanotte si abbatte la scure sugli sconti applicabili sui libri. D’ora in poi mi posso scordare di acqustare libri nuovi col 30-40% di sconto come ho fatto lo scorso Natale, finita la pacchia per il lettore accanito che con minino sforzo poteva ordinare su Amazon o IBS tutti i libri risparmiando e vedendoseli recapitare comodamente a casa.

Bene, mi sono ampiamente rotto il cazzo di queste leggi truffa fatte per proteggere le rendite di qualche gruppetto scaricando il conto sul consumatore generico medio. Visto che, come cittadino italiano generico medio, la mia capacità di influenzare i politici che legiferano è nulla ripiego sull’unico flebile mezzo coercitivo che resta al consumatore ovvero i soldi e come spenderli. Acquisterò solo libri in inglese tramite internet e se proprio dovesse esserci qualcosa che mi interessa in italiano mi rivolgerò alle biblioteche. La mia scelta non smuoverà un solo pelo delle chiappe di chi si è parato il culo con questa legge ma almeno avrò la magra soddisfazione di non lasciargli più nemmeno un centesimo.

Sono un po’ amareggiato perché il risultato finale è che i libri continueranno a costare un sacco e chiunque voglia dedicarsi alla lettura dovrà rassegnarsi a considerare questa sua passione un lusso e non la naturale esigenza di una persona mediamente colta. Quindi in Italia l’imperativo è che la cultura deve costare e costare tanto almeno finchè ci sarà gente che insiste a preferire i libri e musei al calcio in HD, al trash televisivo con tette e culi a profusione, alle nuove suonerie per il cellulare, etc. etc. Questo paese non ha bisogno di gente che legge! Ha bisogno di somari che sgobbano tutto il giorno e la sera si lobotomizzano davanti alla televisione… persone con una soglia di attenzione che non vada oltre i 5-10 minuti canonici altrimenti c’è il rischio che cominci a chiedersi cosa ci sia oltre lo spot che promuove un prodotto, una legge, un’idea politica o quant’altro.

Dopo questo sfogo me ne vado a dormire, meglio dormirci sopra tanto a farsi venire il fegato marcio non se ne ricava nulla!


Lascia un commento

Tempo impazzito!

Come avrete notato questa estate è meteorologicamente schizofrenica, per capire che tempo farà tanto vale affidarsi a tarocchi ed oroscopi!
Parlo volentieri del tempo perché:
1) sono stufo di parlare di B., mi auguro solo che si tolga presto dalle palle!
2) non voglio mettermi a discutere di TAV, manovra finanziaria, etc. perchè mi incazzo e poi devo doparmi con gli antiacidi;
3) prossimamente arriva il classico appuntamento col minimo della calotta polare artica, un must per un pedante catastrofista come me 🙂
4) è l’argomento neutro definitivo, fiore all’occhiello di ogni gentleman inglese e ottimo per sostenere interminabili conversazioni frivole 😉

Questa estate non è male, abbiamo già avuto un bella rata di tornado che potrebbero trasformare il 2011 nella stagione record, gli uragani sono agli inizi ma promettono bene… insomma ce n’è per discutere serate intere senza toccare minimamente politica, religione, etc. etc.

PS: “The Selfish Gene” in dirittura d’arrivo, stay tuned!


Lascia un commento

Death from above

Visto che non manca molto alla notte di San Lorenzo e che i giornali ci informano di un asteroide sta per “sfiorare” la terra mi sembra l’occasione buona per segnalare un servizio per calcolare gli effetti della caduta di un meteorite 😉

Personalmente sono molto più preoccupato per una eventuale tempesta geomagnetica come l’evento di Carrington del 1859 ma quando si tratta di catastrofismo ognuno ha le sue preferenze 🙂

 


Lascia un commento

Ready for the rapture?

Oggi avrà luogo (l’ennesimo) Rapimento, evento che precede la Fine, stando alle parole di Harold Camping che lo ha fissato per oggi alle 18 (la fine del mondo è prevista per il 21 Ottobre p.v.) Ma cosa prevede il Rapimento? Beh, i morti risorgeranno dalle tombe ed i rinati in Cristo ascenderanno al cielo, la terra tremerà via via che il sole avanza, etc. etc. Insomma un misto tra “L’alba dei morti viventi”, un film sui rapimenti extraterrestri più uno a scelta tra i film TV sul Big One californiano.

In teoria dovrei dilungarmi su “Breaking the spell” ma affrontare l’argomento religione in modo “serio” con da una parte le profezie degli sciroccati evangelici USA e dall’altra il mega-scandalo di Don Seppia non mi riesce proprio 😉

Solo due parole sul caso Seppia che sta avendo una potente eco massmediatica da quando è venuto allo scoperto:

  • cambierà qualcosa? Ormai sono anni che si sente parlare di “cambiamenti” all’interno della Chiesa, mi sembra che abbiamo già avuto un paio di “giri di vite” (vedete post precedenti), ma non sappiamo se e quando vedremo i risultati e se questi saranno all’altezza;
  • gli italiani sono in grado di “reagire” in maniera adeguata? In Belgio (vedi post precedenti) un vescovo ha abusato suo nipote, scandalo che ha scosso fino alle fondamenta la chiesa locale, commissioni di inchiesta, perquisizioni, presidente belga (democratico cattolico) che sostiene l’operato della magistratura perché sia fatta luce e giustizia, etc. In Italia? Chiacchiere da bar, linciaggio del Seppia su FB, articoli di giornale e poi finisce tutto a tarallucci e vino, come sempre del resto.
  • abusi plurimi e continuati su minori, uso di droga, possibile contagio con HIV delle vittime (le ultime news accennano ad una possibile sieropositivià del Seppia)… ma quanto deve essere grave un caso perchè l’opinione pubblica faccia qualcosa di più dell’indignarsi e blaterare al bar?

Bon, vado avanti, tra poco parto per raggiungere Raffaella a Padova.


Lascia un commento

Scienza in India

Tralasciamo per un attimo gli squallidi episodi che farciscono la cronaca italiana e volgiamo lo sguardo ad Oriente per ammirare il recente contributo allo sviluppo della scienza da parte dell’India.
L’Alta Corte di Bombay ha dichiarato che l’astrologia è scienza appoggiandosi ad una sentenza della Corte Suprema del 2004.
Non so chi sia da biasimare: legge, giudici ed avvocati che in ogni parte del mondo fanno a gara per mettere nero su bianco le peggiori troiate che umana mente possa congegnare oppure l’ennesimo episodio di sentenza su misura confezionata ad uso e consumo di qualche lobby politico-economico-culturale (es: creazionisti in USA, omeopati in vari paesi europei, etc. etc.)
In questo momento sento particolarmente la scomparsa del blog di Bixx… intanto mi immagino lo sconforto degli scienziati indiani per la figura di merda che si stanno facendo di fronte alla comunità scientifica mondiale…. un po’ come noi italiani ogni volta che mettiamo il naso fuori dall’Italia e dobbiamo spiegare come  fa Berlusconi ad essere ancora presidente del consiglio


Lascia un commento

Scusate ma prendete per il culo?

Scorgo nelle news l’ennesimo caso di molestie ad opera di un prete.

Ormai dovrei averci fatto il callo ma, vuoi l’esito della vicenda, vuoi l’umore incupito dal clima ignobile, mi scatta lo sproloquio.

Riassumo la vicenda per sommi capi, per i dettagli seguite il link: prete molesta bambina di 7 (SETTE!) anni. Si va a processo e, dopo tre anni e la generossima attenuante della “modesta gravità”, gli vengono inflitti 2 anni e mezzo di cui non sconterà nemmeno un giorno perché beneficia della sospensione condizionale della pena.

I numeri sono abbastanza chiari: 1 bambina molestata + 3 anni di procedimento = 0 giorni di galera + 10.000 euro di risarcimento. Giusto per non lasciarlo libero  in maniera spudorata, cotanto esempio di rettitudine viene interdetto in perpetuo da qualsiasi ufficio di curatela dei minori e da qualsiasi incarico in scuole o in istituti pubblici frequentati da minori.

Bene, ora sorge spontanea la domanda: ci state prendendo per il culo o cosa? Questa cosa della interdizione in perpetuo fa veramente ridere i polli! Via dagli istituti pubblici… e quelli privati? Nessuno si è ricordato che la Chiesa possiede una miriade di istituti privati dove il soggetto potrebbe trovare un bel incarico a contatto con gli under 10? Se questo è il massimo che la magistratura riesce ad ottenere con la normativa vigente forse è il caso di chiamare Calderoli e chiedergli di semplificare la cosa. Sentite qua: quando un prete molesta una bambina di sette anni non lo si processa proprio, lo Stato versa di tasca propria 10.000 euro alla vittima e chi s’è visto s’è visto! Semplice e tutti ci guadagnano: il prete risparmia 10.000, la famiglia riceve subito i soldi e si risparmia tre anni di inutili illusioni di giustizia, lo Stato paga una frazione dei soldi spesi in tre anni tra indagini, processi e carte varie per lasciare in libertà un molestatore e può impiegare il tempo risparmiato per tentare di mettere in galera qualcuno un po’ meno paraculato dei preti cattolici.

Ah, dimenticavo! I giudici hanno trasmesso gli atti alla procura di Milano per indagare  su alcune dichiarazioni rese nel processo da due preti salesiani, secondo l’avvocato della bambina e di suo padre reticenti sui fatti contestati. Quindi il “sistema” è congegnato per sputtanare ulteriori soldi, tempo e risorse per ottenere… cosa? Se il molestatore è fuori, libero di ricominciare lontano da occhi indiscreti, si pensa veramente di concludere uno straccio di condanna “vera” nei confronti di chi ha taciuto?

Una nota a margine: è ben strano che qualcuno sviluppi tutto ad un tratto una passione morbosa per le bambine alla ragguardevole età di 70 e passa anni in Italia. Forse la causa è il cambio del clima! Abituato a lavorare per anni con una onlus in Sudamerica tornare ad affrontare il clima freddo ed umido del Nord Italia deve avergli creato qualche scompenso.


Lascia un commento

Belgio, Chiesa e pedofilia: aggiornamenti

Riassunto delle puntate precedenti: in Belgio il vescovo di Bruges Roger Vangheluwe ha ammesso ripetuti abusi nei confronti del nipote minorenne. Le indagini delle autorità sono culminate con la perquisizione della sede dell’arcivescovado di Burges, il sequestro di documenti e computer, l’interrogatorio di vari prelati nonchè del card.  Godfried Danneels. Mentre in Belgio si faceva rispettare la legge e polizia e magistratura facevano il loro dovere, in Italia si è scatenata l’indignazione di Vaticano&C. per l’atto di “lesa maestà”.

Il tempo passa, l’italico benpensante è attratto dal nuovo tormentone della settimana (Gheddafi e la sua opera di proselitismo a favore di procaci fanciulle nostrane) e resta col vago ricordo che in Belgio orrendi poliziotti e perfidi giudici  hanno dissacrato tombe, torturato preti, stuprato suore, bruciato chiese, etc. etc.

Solo che in Belgio le indagini proseguono e la settimana scorsa la stampa riesce a mette le mani sulle registrazioni del cardinale  Danneels intento a convincere la vittima degli stupri a tacere. Il cardinale aveva dichiarato di non aveva mai cercato di insabbiare nulla quindi l’essere platealmente sbugiardato dalla stampa lo ha irritato parecchio, pare che la consideri “diffamazione” 😉

Nel frattempo veniamo a sapere che il vescovo stupratore Vangheluwe non sarà perseguito dalla Chiesa (Toh? Chi l’avrebbe mai detto!) in quanto godrà della prescrizione.

Nota: come previsto, il famoso “giro di vite sulla pedofilia” trattato in un recente post non conta una cippa!

Vignetta di Pierre Kroll